ITA | ENG | DEU

Itinerari

PALMANOVA
La città fortezza a forma di stella, patrimonio nazionale, sito preservato dall'Unesco.Punto di arrivo per giungere all’hotel Dogana Vecchia uscendo dall’autostrada A4 e A23, e “piede a terre” per tutti i nostri principali itinerari slow: Storia, cultura, tempo libero, enogastronomia. 

 

Possiamo ospitare turisti, parenti, sportivi, dirigenti e tecnici per settimana, mese, ma anche per lunghi periodi e che vorranno sperimentare la nuova “filosofia” del vivere sano in Hotel. Pensiero innovativo ed originale che mira alla salvaguardia dell’ambiente circostante sfruttando, nel contempo gli ITINERARI ”SLOW TOURISM” che il nostro splendido Friuli Venezia Giulia offre.


Clauiano

Borgo medievale di Clauiano. Uno dei piu Bei Comuni d'Italia.

Dogana Vecchia

storico confine tra Italia e Austria fino alla prima guerra mondiale.

Udine

La capitale del Tiepolo.

Aquileia (UD)

La grande città romana del tardo impero, distrutta da Attila. Madre di Venezia.

Cividale (UD)

L'antica Forum Juli, la città ducale dei Longobardi.

Codroipo (PN)

Villa Manin, la residenza dell’ultimo Doge di Venezia.

Aiello del friuli (UD)

il paese delle meridiane e del museo delle civiltà contadine.

Trieste

Un porto cosmopolita con il romantico castello di Miramare.

Cormons (GO)

Il piccolo grande centro mitteleuropeo.

Grado (GO)

L'ultimo porto bizantino sull'Adriatico. La spiaggia chic dell'impero Asburgico.

San Daniele (UD)

ove viene prodotto il famosissimo prosciutto crudo.

Redipuglia (UD)

Tappa nevralgica per una visita sui vecchi confini storici tra Italia ed Austria  in ricordo del centenario grande Guerra.

 

L'Hotel "Dogana Vecchia" nasce sui ruderi di un vecchio edificio storico, la Regia Dogana, che indicava nei vari periodi storici i  "Confine tra Italia ed Austria" dall’Impero Austroungarico alla prima guerra mondiale.Completamente ristrutturato per offrire ai propri clienti, oltre al fascino di una residenza di antiche origini, tutto il comfort e l'accoglienza di un ambiente familiare.
La famiglia Serafini ne detiene da più di 40 anni la proprietà, garantendo sempre un'immagine curata e mantenendone sempre fresca la sua identità, da quando iniziò il restauro di questa residenza oramai ridotta ad un ammasso di pietre e mattoni pericolanti, ai giorni nostri. Tutto ciò è stato possibile grazie al sacrificio certosino di tutti noi, semplicemente disposti e innamorati a lasciare inalterato il valore storico di una romantica dimora di confine.

Le tappe fondamentali della storia della Dogana Vecchia:

• 1815: Dogana Regno Lombardo Veneto-llliria.
• 1834: Stazione di Posta.
• 1866: Dogana Italia-Austria.
• 1867: In seguito al trattato di Pace fra il Regno d'Italia e la Monarchia Austro-Ungarica venne posta una linea di confine lungo l'antico limite orientale dei possedimenti della Serenissima. Il comune di Trivignano rimase all'Italia e lungo la strada che portava al guado del fiume Torre, venne installato un posto di Dogana. Trivignano fu sede di un ufficio doganale e di un distaccamento della Guardia di Finanza. Tutta la zona fu interessata dal fenomeno del contrabbando per soppravivere, e la Dogana era ovviamente un posto d'osservazione di riferimento. Fra i fatti memorabili di preparazione bellica del 1915, la linea di confine fra Italia e Austria, segnala un evento particolare: ci fu la caduta nelle campagne fra Clauiano e Trivignano (Dogana Vecchia) di uno dei primi aerei da ricognizione.
• 1971: Acquisto dell'attuale proprietà.
• 21/12/1987: Apertura dell'albergo ristorante pizzeria birreria.
• 28/10/1989: Posa del vecchio Cippo Storico restaurato dopo il ritrovamento sotto 3 metri di terra, nel giardino della famiglia Calzavara, attuale casa privata accanto alla Dogana, ove un tempo vi era l'Osteria; con il gemellaggio del Comune di Trivignano Udinese (all'epoca sotto l'Italia) e il Comune di Chiopris- Viscone (all'epoca sotto l' Austria).
• 27/04/1991: Inaugurazione stemma in legno rappresentante l'aquila a due teste della Mitteleuropa realizzato dall'artista di origine armena Daniel Temresian.
• 26/02/1997: Inaugurazione dello stemma in legno indicante l'effigie dei Savoia realizzato dall'artista Daniel Temresian.
• 24/05/1997: Gemellaggio tra l'associazione Mitteleuropa, l'associazione Regina Elena e le Guardie D'onore alle Reali Tombe del Pantheon con approvazione dell'articolo 5 dello statuto e la conseguente realizzazione della meridiana.
• 31/05/2002: Inaugurazione del Busto dedicato alla Benemerita, con il ricordo dei caduti della strage di Peteano (31/05/1972), donato dalla nostra famiglia e attualmente esposto all'interno della caserma carabinieri di Palmanova.
• 25/11/2008 esposizione in un parete del salone della bandiera di guerra originale dell’Impero austroungarico.
• 30/06/2009 realizzazione dei residence di classe “A” primi in F.V.G. nel settore del turismo ecosostenibile con tecnologie a basso impatto ambientale e utilizzazione di fonti rinnovabili.
• 09/10/2010 intitolazione del Parco alla "Sua Altezza reale la Principessa Mafalda di Savoia Langravia D'Assia" con posa del cippo in suo ricordo.
• 20/02/2011 la tv austriaca ORF ha presentato un documentario sulla storia della Dogana Vecchia
• 14/05/2011 Exposition of Sustainability, oggetto di presentazione del progetto di co-marketing da parte di 3 studentesse del corso di laurea “in scienze e tecniche del turismo culturale" dell’ Università di Udine.
• 01/07/2011 recensioni sul giornale “il Friuli” nella pagina della buona tavola per “il celebre impasto”.
• 2012 Presenza sul video dedicato al Borgo di Clauiano, visibile su You tube.
• 21/12/2012 25° anniversario di apertura dell’hotel.
• 2013 Presenza nella trasmissione SERENO-VARIABILE dedicata agli itinerari del medio Friuli Venezia Giulia.
• 2013 Installazione del palo di castagno completo di ferramenta, trovato dopo una piena del fiume Torre, appartenente al vecchio ponte inserito tra il vecchio confine Italiano e Austriaco, fatto brillare dalle truppe italiane in ritirata dal fronte di Caporetto.
• 2013 Esposizione della bandiera di guerra originale austroungarica e dei mattoni di terracotta con l’effigie in basso rilievo dell’aquila a due teste.
• 2014 Progetto di espansione sul mercato, entrando a far parte nel CONSORZIO FRIULALBERGHI, e sviluppo progetto internazionale sul turismo potenziale coadiuvati da:  Progetto T-Lab